Fiorentina, Prandelli commenta la sconfitta in Coppa

Queste le parole di Cesare Prandelli, tecnico della Fiorentina, in sala stampa nel post partita della sfida di Coppa Italia persa per 2-1 contro l’Inter: “C’è tanta amarezza ma anche orgoglio: a 1’ dalla fine del sts potevamo andare ai calci di rigore. Secondo me nell’azione finale, l’arbitro avrebbe dovuto andare a rivedere l’azione al Var. Ci sono stati dati dei rigori contro senza mai andare al Var e poi invece rivedendoli il dubbio è restato. Secondo me a 30” dalla fine di una partita così ci voleva un po’ più di tatto. Quanto è “mia” questa Viola? Nelle ultime 6-7 partite le prestazioni sono state buone, è chiaro che ora dobbiamo venir fuori dai pericoli: serve però la convinzione che ci porti ad osare anche in certi momenti.

Cerco di migliorare i giocatori che ho. Kouame valore aggiunto?Chri” ha fatto una bella prestazione ma non avevo dubbi: se non ci sono i i trequarti possono giocare due punte ma con i trequartisti diventa complicato. L’esperimento Vlahovic e Kouame mi è piaciuto ma perché c’erano tre centrocampisti. L’incontro con Commisso? E’ stata la conferma dell’idea che avevo in mente: è una persona che porta valori profondi nel mondo del calcio, in un pianeta così frenetico. E’ la conferma che Rocco è una persona di grande capacità comunicativa, mi auguro che si faccia apprezzare per le sue qualità. Castrovilli? Mi ha dato una risposta: nel primo tempo si abbassava troppo ma poi in attacco ha dimostrato di avere potenzialità. Ribery ok a Napoli? Oggi si è allenato molto bene, vediamo la reazione”.