Frey: “Terracciano riserva di lusso, il titolare resta Dragowski. Due portieri così rappresentano una grande risorsa per la Fiorentina”

"Se fosse un vino, la Fiorentina oggi sarebbe un buon Chianti molto giovane, che tra un paio d’anni si potrà bere con gusto”.

L’ex portiere della Fiorentina Sebastien Frey ha parlato a Radio Bruno Toscana in occasione della presentazione dei suoi vini: “Sono molto orgoglioso di questa nuova esperienza, su ogni bottiglia c’è una mia foto con la maglia viola. I vini rappresentano la mia personalità e il mio carattere, sono contento del risultato. Se fosse un vino, la Fiorentina oggi sarebbe un buon Chianti molto giovane, che tra un paio d’anni si potrà bere con gusto”.

E poi sulla vittoria di Bergamo ha aggiunto: “Non mi ha stupito, però l’Atalanta è da anni una garanzia della Serie A e batterla in casa sua è un gran cosa. Quella della Fiorentina è stata una buona partenza, il lavoro di Italiano si comincia a vedere. Se la squadra lo segue e se Vlahovic continua a segnare, potrebbe essere una bella stagione. Il serbo non mi ricorda nessuno degli attaccanti con cui ho giocato, ha le movenze di Ibrahimovic ma è ancora presto per definirlo un campione. Comunque mi sta stupendo, non pensavo potesse arrivare così presto a certi livelli”.