Galli: “Il Franchi sarà finanziato dai soldi degli italiani”

"Non comprendiamo, dunque perché se c’è un imprenditore pronto ad investire 300 milioni di euro per un nuovo impianto, si debba, invece, chiedere a tutti gli italiani un oneroso sacrificio pari a svariate decine di milioni da destinare al restauro della stessa struttura"

Ecco le dichiarazioni di Giovanni Galli riportate da Violanews:

 

“Al contrario di alcuni esponenti della Sinistra che plaudono alla generosità dell’Europa, leggi Recovery Fund, nei confronti dello stadio Franchi- afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega – vado doverosamente controcorrente, perché i famosi 95 milioni di euro destinati al restauro dell’impianto sportivo che va necessariamente recuperato e messo in sicurezza, in realtà proverranno da quelli presenti nello scostamento di bilancio; in parole povere, sono soldi targati Italia e non certamente un aiuto europeo. Non comprendiamo, dunque perché se c’è un imprenditore pronto ad investire 300 milioni di euro per un nuovo impianto, si debba, invece, chiedere a tutti gli italiani un oneroso sacrificio pari a svariate decine di milioni da destinare al restauro della stessa struttura. Oltre a ciò- conclude Giovanni Galli- siamo ora curiosi di leggere il bando annunciato da Nardella per capire come intenderà rendere appetibile lo stesso impianto; ma, questa, è un’altra storia, su cui torneremo in seguito….”.