Galli: “Spero Italiano venga a Firenze e che… resti. Società deve difenderlo”

"Se prendiamo Italiano va difeso, e i primi a farlo devono essere i dirigenti perché come allenatore è un maniacale nel proprio lavoro"

L’ex portiere viola Giovanni Galli ha parlato a Lady Radio del tema caldo di queste ultime ore in casa Fiorentina, la scelta del nuovo tecnico che potrebbe essere Vincenzo Italiano: “Andiamo a prendere un allenatore tosto e preparato, che ha fatto bene negli ultimi tre campionati. Speriamo arrivi e soprattutto speriamo che… rimanga. Firenze non è né Trapani né Spezia, le difficoltà per lui saranno superiori. Avevo parlato di Benitez come tecnico ideale e di Ranieri in un momento di grande emergenza, ma se abbiamo fiducia in questo allenatore bisogna tenere la lingua a posto e non addossargli troppe responsabilità rispetto a quelle che già ha”.

“Se prendiamo Italiano va difeso, e i primi a farlo devono essere i dirigenti perché come allenatore è un maniacale nel proprio lavoro. All’inizio le sue squadre potrebbero soffrire, soprattutto perché richiede molta intensità di gioco e c’è molto lavoro da fare. Allo stesso tempo finiscono i campionati in crescendo, basti vedere come ha consentito allo Spezia di salvarsi nel rush finale”.