Guetta su tutte le furie: “Arrabbiato con i comitati, è una sconfitta per tutti”

Guetta

Radio Bruno ha ospitato l’intervento del direttore David Guetta, che ha parlato in merito alla comunicazione del Mibact e alla relativa risposta della Fiorentina:

“E’ una sconfitta per tutti. La decisione della Fiorentina mi trova d’accordo nei temi e nei toni, adesso si occupino dello stadio i comitati che si sono riuniti per evitarne il fantomatico scempio. Commisso era disposto a metterci i soldi di tasca sua e solo sua; i Della Valle volevano compartecipazioni. Io credo che un aspetto importante sia stata la levata di scudi da parte di tante forze che si sono messe in moto solo adesso in nome della pagina 31 del passaporto, in nome della torre di Maratona e delle scale elicoidali, che prima non si consideravano. Io dubito che si possa andare a Campi, e non avere un nuovo stadio vuol dire vivacchiare.

 

 

 

 

Adesso basta, la Fiorentina dice basta e fa benissimo a dire basta. Perché se fosse stato possibile agire, state pur certi che ci sarebbe stato un ricorso di qualche tipo da parte di persone che non concepiscono che allo stadio si va per veder giocare a calcio. E’ folle, sono molto arrabbiato perché sapevo che sarebbe andata a finire così. Ora speriamo che dal mercato esca una squadra più forte, ma è dal 2008 che stiamo cercando risorse, della Cittadella non se n’è fatto di nulla, della Mercafir idem, ci sono persone che hanno alzato il sopracciglio in nome di un passato che non interessa nulla ai tifosi della Fiorentina, che hanno solo bisogno di stare comodi e coperti. Abbiamo perso più partite in una volta”.