Il punto sul mercato: Pradè e la classica corsa a tappe per arrivare a Conti, cosa manca. Il ripensamento su Kouame e la beffa alla Juve per Maleh

E’ destino evidentemente della Fiorentina che il mercato in entrata debba sempre procedere a passo sereno e mai troppo frettoloso ed è, non a caso, anche la sorte che toccherà ad Andrea Conti: non c’è nessun altro candidato forte quanto il milanista per la fascia destra viola e i due club sono a colloquio per cercare l’accordo sulla cifra e la formula del trasferimento. Il Milan vorrebbe una cifra vicina ai 10 milioni, con la Fiorentina ferma intorno ai 7 e in più c’è dibattito tra diritto ed obbligo di riscatto, la via preferita anche dal giocatore. Di fatto è questo ciò che manca per chiudere l’affare, una distanza non insormontabile ma che ancora deve essere colmata, mentre con l’esterno l’intesa c’è già nonostante l’incontro saltato con l’entourage.

 

 

 

 

Riflessioni in corso invece per quanto riguarda l’attacco perché Kouame piace in particolare a 3 club, Torino e Verona in Italia e l’Eintracht in Germania ma la Fiorentina ora sembra averci ripensato e teme di sprecare l’investimento di appena un anno fa, su un giocatore che sei mesi li ha passati a recuperare dalla rottura al crociato. Se l’ivoriano non punterà i piedi insomma, è probabile che rimanga a Firenze e che la ricerca si orienti solo su un vice Vlahovic.

 

Chi invece in viola ci arriverà ma solo a fine stagione è Youssef Maleh, centrocampista classe ’98 che Pradè ha bloccato in virtù anche della scadenza di contratto al prossimo giugno. Su di lui aveva provato a inserirsi anche la Juventus nei giorni scorsi ma la trattativa con la Fiorentina è ormai cosa definita e non ci saranno sorprese, come vi abbiamo già raccontato in giornata.

A riportare il tutto è Fiorentinanews.com