La probabile formazione di Sassuolo-Fiorentina: un ballottaggio per reparto. In porta torna Terracciano

La Fiorentina torna a giocare e lo fa in una partita difficilissima dal punto di vista mentale e preparatkivo visto ceh mercoledì arriva la Juventus in coppa Italia

Ben tre dubbi di formazione ci avvicinano all’importantissima sfida di Reggio Emilia di questa sera. Secondo i quotidiani, infatti, in porta toccherà nuovamente a Terracciano, nonostante l’ottima prestazione di Dragowski nell’ultima contro l’Atalanta. Davanti all’ex Empoli ci saranno Igor e Martinez Quarta, scelte obbligate vista anche l’assenza dell’ultimo minuto di Nastasic. Sulle fasce non si tocca Biraghi, mentre Venuti e Odriozola si giocano una maglia per la corsia di destra, con il fiorentino in netto vantaggio.

A centrocampo sicura la presenza Amrabat e Bonaventura, mentre per l’ultima maglia del terzetto è lotta aperta tra Castrovilli, Duncan e Maleh. Davanti i quotidiani sono quasi d’accordo; il tridente sarà composto da Nico Gonzalez, Piatek e Saponara, con Repubblica che però punta ancora su Sottil dal primo minuto.

Formazione (4,3,3): Terracciano; Venuti (Odriozola), Igor, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Amrabat, Duncan (Maleh, Castrovilli); Nico Gonzalez, Piatek, Saponara (Sottil)

Gara molto delicata quindi se si pensa che tra pochi giorni (Mercoledì 2 Marzo) arriva la rivale di sempre al Franchi, in una gara durissima dove i Viola affronteranno l’andata di coppa Italia più motivati che mai.

Terracciano torna leader indiscusso della porta gigliata visto che in generale ha dimostrato di essere più affidabile e costante di Dragowski che dalla sua non ha fatto male nell’ultima partita dove è stato chiamato in causa.

In attacco il pistolero Piatek dovrà continuare a dimostrare di essere un goleador visto che Cabral anche in allenamento sta facendo bene e spinge per conquistarsi un posto da titolare.

Martinez Quarta invece ha un’ottima chance per dimostrare di non essere una riserva e magari conquistarsi un posto da titolare contro la Juventus in coppa Italia.

L’ultimo giocatore che sarà tenuto sott’occhio da tutti sarà Amrabat che dopo essere rimasto a Firenze a Gennaio, dovrà dimostrare il suo vero valore e tornare quel giocatore che a Verona sapeva dirigere un centrocampo intero.