Le pagelle di Fiorentina-Benevento: partenza falsa per Prandelli, malissimo quasi tutti

Abbiamo assistito sicuramente ad una brutta gara da parte della Fiorentina che conferma il pessimo trend delle ultime gare. Prandelli sulla linea di Iachini ma sembra proprio che nella squadra c’è qualcosa che non va, prova imbarazzante per quasi tutti i giocatori Viola.

Ecco le pagelle a cura di Violanews:

 

TOP E FLOP

 

DRAGOWSKI 6: Al primo tiro in porta il Benevento lo buca, ma ha poche colpe. Grande parata subito dopo, anche se era fuorigioco. Attento su Insigne al 63′, bella parata sulla punizione di Lapadula ad evitare un passivo peggiore.

BIRAGHI 4,5: Parte dalla linea difensiva ma con licenza di spingere. Prova a combinare con Ribery e sul buon assist del francese sparacchia alto. Qualche cross azzeccato. Macchia la sua partita col pallone perso malamente da cui nasce il gol del Benevento. Nel finale svirgola un pallone da brividi nell’area viola.

 

Gli altri

 

MILENKOVIC 5,5: Terzino destro abbastanza bloccato, sorveglia la zona. Anticipato sul tempo da Improta che di prima intenzione trova l’angolino. Con l’uscita di Igor si sposta al centro ma è un po’ morbido.

PEZZELLA 5: Recuperato dall’infortunio, ma non è al meglio e si vede. Delegato ad impostare da dietro, regala palloni a raffica. Evita almeno il 2-0 immolandosi su Moncini.

IGOR 6: Chance a sorpresa da titolare. Se la cava.

Dal 56′ LIROLA 5: Si adegua subito al ritmo dei compagni. Bel pallone per l’occasione di Vlahovic nel finale, ma ne sbaglia altri 3 dalla stessa posizione.

AMRABAT 6: Protegge la difesa, corre tanto e sbaglia poco. Sfoggia anche un paio di lanci interessanti. Dopo un buon primo tempo, perde un po’ di lucidità.

Dal 72′ BORJA VALERO 6: Gestisce qualche pallone con ordine.

DUNCAN 6: Approfitta del forfait di Bonaventura e si piazza al fianco di Amrabat. Buona sostanza.

Dal 56′ PULGAR 5: Sembra imballato, anche girarsi sul pallone diventa un problema.

KOUAME 4,5: Esterno puro di destra con compiti di copertura, non sembra a suo agio. Prova subito la girata di testa in mischia, ma è centrale. Errori banali anche nello stop e nei passaggi.

Dal 56′ CUTRONE 5: Corre molto a vuoto.

CASTROVILLI 5,5: Sulla trequarti e, teoricamente, nel cuore del gioco. Prende tanti calcioni ma non riesce ad incidere. Nella ripresa trasloca a sinistra e poi mezzala, ma si continua a vedere a sprazzi. Un paio di serpentine e poco altro.

RIBERY 5: Parte largo a sinistra con libertà di svariare. Ma si capisce subito che non è giornata, non salta mai l’avversario. L’unico guizzo è il buon suggerimento per Biraghi a metà del primo tempo. Spreca una preziosa ripartenza, gestendo male il pallone, poi chiede il cambio.

Dal 42′ SAPONARA 5: Al piccolo trotto, non si vede mai se non per una buona idea di tacco a smarcare Biraghi.

VLAHOVIC 4,5: La fiducia di Prandelli non basta ad invertire la rotta. Lento e poco reattivo, non regge mai il pallone. Potrebbe riscattarsi con la deviazione di tacco nel finale, ma Montipò è attento. Ma l’atteggiamento a tratti è addirittura irritante.

 

IL MISTER

PRANDELLI 5,5: Prova a metterci subito del suo cambiando modulo (un 4-2-3-1 fluido) con Igor al centro della difesa e Milenkovic a destra. La Fiorentina prende subito il pallino del gioco, ma senza riuscire mai a rendersi pericolosa. Con l’infortunio di Ribery si gioca la carta Saponara, poi dopo lo svantaggio stravolge la squadra con i cambi. Ma non basta. Esordio da dimenticare, c’è tanto da lavorare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.