Le pagelle di Fiorentina-Roma 2 a 0: Gonzalez e Bonaventura su tutti

Ecco le pagelle di Fiorentina-Roma 2 a 0

Ecco le pagelle della gara vinta dai Viola contro la Roma di Mourinho a cura di Firenzeviola.it:

TERRACCIANO – Risponde presente deviando in corner la punizione di Pellegrini nel primo tempo, poi esce tempestivamente di testa sempre per anticipare il numero 7. Nel secondo tempo osserva il colpo di testa di Abraham finire largo poi non rischia altro, 6

VENUTI – Bello il lancio per Ikonè che dà il via alla prima occasione dei viola. Tiene bene nel duello con Zalewski e nella ripresa chiama al tiro anche Amrabat. Rischia troppo su un pallone perso che avvia la ripartenza dei giallorossi. Si difende, 6

MILENKOVIC – Una bella diagonale dopo una decina di minuti e un tentativo da fuori area che il portiere blocca. Mette una bella pezza su Abraham dopo un brutto pallone perso da Venuti. Attento, 6,5

IGOR – Ottima la prima chiusura su una ripartenza di Pellegrini sulla destra. Abraham lo anticipa solo nel secondo tempo con un colpo di testa largo di poco. Solido, 6,5

BIRAGHI – Scatta bene quando offre l’assist del 3-0 a Bonaventura ma è qualche centimetro oltre il fuorigioco. Si rivede nel secondo tempo con una punizione debole, per il resto fa buona guardia, 6

Dal 44’st TERZIC – S.v.

BONAVENTURA – La difesa romanista non fa nulla per opporsi quando arriva dentro l’area intorno al decimo ma il suo tiro è chirurgico e Rui Patricio non può arrivarci. Avrebbe la freddezza giusta anche per il tre zero, ma Biraghi pare in off-side. Di lì a poco rimedia l’ammonizione ma stasera torna sui suoi livelli migliori, 7

Dal 29’st MALEH – Un cross teso e un tentativo sotto misura dopo l’assist di Ikonè, 6

AMRABAT – Costretto alle cattive su Veretout rimedia il giallo intorno al ventesimo che lo terrà in squalifica lunedì a Genova. Un bel tiro nel secondo tempo obbliga Rui Patricio ad alzare in angolo. Si conferma in crescita rispondendo presente alla chiamata di Italiano, 6,5

DUNCAN – Smista più di un pallone in avvio con buona precisione. Ammonito in avvio di ripresa per un’entrata su Veretout si propone positivamente al cross. Prezioso nei recuperi soprattutto nel finale di gara, 6,5

IKONÈ – Sulla prima sgassata entra in area ma perde il tempo per il tiro e Smalling lo ferma. Più tardi ubriaca di finte Ibanez sulla linea dell’out ma è quando ruba palla al difensore che fa venir giù lo stadio per il fallo fischiato dall’arbitro. Anche nel secondo tempo quando scala di marcia è dura fermarlo ma manca il tocco finale o il tiro seppure l’invito per Maleh a una decina dalla fine sia buono. Imprevedibile, 6,5

Dal 44’st SAPONARA – S.v.

CABRAL – Rischia qualcosa nella propria area ma il tocco sul tiro di Veretout pare di spalla poi in contropiede manca l’appoggio per l’accorrente Ikonè. La marcatura di Smalling è stretta e liberarsi non è semplice, ci prova di testa su cross di Duncan nel secondo tempo ma la palla finisce fuori. Tanta buona volontà, 6

Dal 29’st PIATEK – Difficile controllare il cross dalla sinistra di Maleh, appena entrato, 6

GONZALEZ – Gioca d’astuzia nella percussione in area sulla quale Karsdorp lo tocca, poi dal dischetto realizza il rigore che si è procurato con freddezza. Continua a far impazzire gli avversari con dribbling e serpentine che tengono alto il baricentro della squadra. Imprendibile, 7,5

Dal 44’st CALLEJON – S.v.

ITALIANO – A sorpresa rinuncia a Torreira e piazza Amrabat in mezzo al campo. Dopo l’ottimo avvio e il rigore di Gonzalez Bonaventura completa l’uno/due che mette subito i giallorossi all’angolo. Contro una Roma stanca i suoi sanno gestire a dovere il doppio vantaggio e raramente rischiano di rimettere i giallorossi in partita. Le sostituzioni cambiano poco in una serata in cui la Fiorentina domina a larghi tratti e a 180 minuti dalla fine stagione continua ad ambire legittimamente all’Europa, 7