Montella: “Fiorentina rivelazione, il Milan oggi dovrà sudare”

In vista della sfida tra Milan e Fiorentina, l'ex tecnico Viola Vincenzo Montella è tornato a parlare della serie A e della stagione dei gigliati

Vincenzo Montella, adesso all’Adana Demirspor in Turchia, è stato allenatore sia di Milan che Fiorentina. Il doppio ex ha concesso un’intervista sulle colonne della Gazzetta dello Sport. Ve ne proponiamo alcuni dei passaggi più interessanti. Sulla sfida odierna, ma non solo:

La partita – L’areoplanino, nonostante la distanza, confessa di passare il tempo a studiare partite, avversari, campionati. E su Milan-Fiorentina si dice convinto che sia una sfida tostissima per i rossoneri. Contro quella che definisce la rivelazione del campionato. nonostante i due KO, ai viola riconosce qualità e intensità. Italiano nuovo Montella? Al diretto interessato piace, perché riesce trasmettere i suoi principi di gioco, coraggio e fiducia ai giocatori. La Fiorentina ha fatto una grande annata. Il Milan oggi dovrà sudare.

San Siro – La spinta dei tifosi è solo un vantaggio – ne è convinto Montella – soprattutto per chi non vince da tanti anni come il Milan. Per il Diavolo lo scudetto sarebbe un premio al lavoro della società, dei dirigenti e di Pioli. Per il tecnico napoletano i rossoneri non hanno sbagliato una mossa. Con un budget relativamente basso hanno costruito una squadra competitiva. Guidano la classifica nonostante abbiano perso l’asse centrale dell’anno scorso, tra cessioni ed infortuni: Donnarumma, Kjaer, Kessie, Calhanoglu e Ibra. Montella è l’ultimo ad aver vinto un trofeo con il Milan, la Supercoppa 2016. Si aspettava che i ragazzi di Pioli sarebbero stati protagonisti a lungo, ma non immaginavo di vederli davanti a 4 partite dalla fine. Un vantaggio leggero ma importante, anche se resta tutto aperto, perché il calcio sa essere crudele e non mancheranno altre trappole.