Nardella studia la soluzione per il Franchi. Giani consiglia il mutuo, mentre Commisso ha un’altra soluzione

Il sindaco di Firenze Nardella non parla. Si chiude nelle sue riflessioni, interpella i tecnici circa le possibili piste da percorrere per intervenire comunque sul Franchi, cerca risorse per far sì che il 2021 sia davvero l’anno dello stadio cittadino. L’unica via per evitare di avere un buco nero inutilizzabile nel cuore di Campo di Marte è quella dell’intervento pubblico.

 

 

Ieri il presidente della Regione Giani ha incontrato il sindaco e ha consigliato di concentrarsi sugli interventi improcrastinabili, come la copertura, che può essere evasa con un mutuo a tasso zero dal Credito Sportivo, estinguibile in 15-20 anni, anche con un aumento dell’affitto. In questo modo, lo stadio via via potrebbe generare comunque maggiori introiti rispetto ad adesso. In settimana, forse già lunedì, Commisso ha in programma di vedere il primo cittadino per discutere delle ipotesi che rimangono sul tavolo, e non è da escludere un nuovo confronto con il sindaco Fossi di Campi Bisenzio.

 

A riportarlo è la Nazione nella sua edizione domenicale.