“Prandelli può essere il Favini della Fiorentina. De Zerbi tecnico del futuro”

Allenatore per il futuro? Senza dubbio De Zerbi, lo dico da quattro anni. E’ lui che può fare le fortune della società, se devo dare un milione in più per un tecnico lo do a lui, non a nomi di spicco come Benitez che non hanno più nulla da dare”.

Scopritore di numerosi talenti toscani e non solo e poi sbocciati nell’Atalanta, Antonio Bongiorni è stato uno degli osservatori che ha legato il suo nome a Bergamo. A Radio Bruno ha detto: “L’Atalanta non è brillante come alcuni mesi fa, adesso sta puntando a conservare il quarto posto e capire come arrivare al meglio della condizione alla finale di Coppa Italia. La Fiorentina al completo può metterla in difficoltà, ci sono 4-5 giocatori di grande qualità, in particolare Castrovilli. Vlahovic? Lo convinci con una grande programmazione societaria. Servono contratti lunghi che ti diano la possibilità di gestire il ragazzo”.

Per colmare il gap con le big Bongiorni ha la ricetta: “La Fiorentina non ha mai avuto un centro giovanile, come ha l’Atalanta a Zingonia, ora l’Atalanta si è evoluta e cerca con lo scouting i talenti all’estero. Negli anni passati anche la Fiorentina ha fatto sbocciare talenti, ma serve una filiera come c’era a Bergamo negli anni di Favini e Mondonico. L’uomo adatto a questo è Prandelli, ci sentiamo settimanalmente e l’ho visto crescere come allenatore nel settore giovanile dell’Atalanta, è un grande uomo. Cesare è perfetto per questo compito, è il suo sogno quello di far crescere i giovani. La Fiorentina ha in casa il Favini del 2020, è la persona ideale. Allenatore per il futuro? Senza dubbio De Zerbi, lo dico da quattro anni. E’ lui che può fare le fortune della società, se devo dare un milione in più per un tecnico lo do a lui, non a nomi di spicco come Benitez che non hanno più nulla da dare”.